L'escluso Diodato rilancia: con Maresca nuovo Enrico Toti fino alla vittoria - Il Sovranista.info

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

sabato 18 settembre 2021

L'escluso Diodato rilancia: con Maresca nuovo Enrico Toti fino alla vittoria



CUCU', DIODATO NON C'È PIÙ!

Prima che lo facciano i miei detrattori, mi sfotto da solo e gli levo la soddisfazione. 😂. Lo scrive sulla sua pagina Facebook Pietro Diodato,storico esponente della destra cittadina,gia' consigliere comunale e regionale candidato in una lista civica a sostegno della candidatura a sindaco del magistrato in aspettativa Catello Maresca, bocciata al Consiglio di Stato che precisa: me lo posso permettere, perché ho raggiunto traguardi in politica con numeri mai visti. 

Tra i primi 18 in tutta Italia (30mila preferenze circa nel 2010 di cui la metà a Napoli città).

E solo facendo opposizione di altissimo livello, senza mai tradire il mio elettorato.

Tant'è che tra il primo e secondo mandato raddoppiai i voti. 

Avendo contro, sia in consiglio comunale, che in consiglio regionale, un mostro come Antonio Bassolino. 

Nel 2010, come in questa circostanza, la mia esclusione è stata frutto di fattori esterni. Nulla a che vedere con una bocciatura da parte degli elettori. 

Sono sempre stato ribelle e poco aduso alle alchimie della politica. 

Ho sempre difeso le giuste cause, senza pensare quali interessi potevo urtare. 

Anche alle ultime regionali del 2020, pur non essendo stato eletto (a causa della scelta suicida del candidato presidente di cdx), in città sono risultato il primo degli eletti, per Fratelli d'Italia, in venti quartieri ad esclusione del solo quartiere di Pianura. Eppure non ricoprivo ruoli istituzionali da dieci anni. Segno di stima ed apprezzamento per le mie battaglie che molti ricordano ancora, oltre che per la serietà con la quale affronto le questioni. 

Mi era stato chiesto di candidarmi e l'ho fatto per spirito di servizio con l'umiltà di sempre. 

Mi hanno fatto fuori dalla lista di FDI per ridurre la concorrenza, ed hanno macchiato la mia onorabilità con menzogne in modo da legittimare l'operazione condotta da chi concepisce la politica secondo metodi delinquenziali.

Ma questa vicenda non è affatto conclusa!

Per tutto ciò detto, non ho particolari sofferenze personali, se non quella di non poter rappresentare tante persone perbene che si erano strette intorno a me, ed alle quali va il mio più sincero ringraziamento e la più completa devozione. 

Mi dispiace per la battaglia "mutilata" di Catello che richiederà uno sforzo immane, ma che non è affatto perduta. 

Il suo nome è oltre queste misere vicende e sono sicuro che i napoletani vendicheranno nelle urne questo golpe bianco. 

Mi dispiace ancora di più per i tanti ragazzi e ragazze animati da passione sincera, e per quelli che volevano mettere a disposizione di un progetto vivo e credibile la loro esperienza di vita e la loro competenza. 

Mi auguro che Maresca diventi Sindaco della nostra benedetta città e che negli eletti alberghi lo spirito di coloro i quali continueranno a combattere nei prossimi giorni pur con il dl d rammarico per l'accaduto. 

Maresca sia il nostro Enrico Toti e ci porti alla vittoria.

Ma rimanendo vivo!

Boia chi molla!


P. S. Pubblico la foto dell'ultima parte di materiale elettorale, con il simbolo di Fdi, non ritirato in tipografia, per smentire i delinquenti che hanno fatto circolare la bugia di un mio accordo da tempo con Maresca per entrare nella sua lista.

Io non ho mai tradito in vita mia!

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3