Assalto alla Cgil, l'amara considerazione di Cardini: si parla di fascismo e antifascismo solo durante le elezioni - Il Sovranista.info

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

martedì 12 ottobre 2021

Assalto alla Cgil, l'amara considerazione di Cardini: si parla di fascismo e antifascismo solo durante le elezioni



Lo storico Franco Cardini lo afferma con chiarezza le questioni legate al fascismo e all’antifascismo, sollevate dagli scontri di sabato scorso a Roma durante la manifestazione dei no green pass; e le parole di Beppe Provenzano su Fratelli d’Italia ‘fuori dall’arco parlamentare’; poi rimodulate dallo stesso esponente del Partito Democratico, animano il dibattito politico “quando ci sono le elezioni”.
Il medioevalista espone il suo pensiero nel corso di un colloquio con il colleghi dell'Adn Kronos e si pone una domanda. Se non c'è malafede in questa discussione mi chiedo: se è cosi importante ed urgente parlare di fascismo e antifascismo, perché non se ne parla con calma e pacatezza fuori dalla competizione elettorale? Ma se ne discute, guarda caso, quando si tratta di strapparsi i voti?.
Sull'assalto alla Cgil e sui tafferugli di piazza, Cardini fa un ragionamento più complesso, andando oltre la polemica sul fascismo parlando di malessere molto più profondo. La questione del vaccino e dei no vax dimostrano che c'è una crescente sfiducia di una parte della società civile nei confronti della classe dirigente e dei governi.
Non si è considerato il fatto che la società civile può contestare la classe dirigente anche con la violenza. Mi chiedo se sia veramente centrato sostenere che ciò che è successo a Roma sia espressione di neofascismo. Oppure i gruppi neofascisti sono serviti per incanalare una rabbia inespressa; un disagio cronicizzato di una porzione della società? C’erano veramente solo i neofascisti nell’assalto alla Cgil? – continua a interrogarsi Cardini- . C’erano solo loro con qualche delinquente comune? Siamo sicuri che non ci fosse qualche esponente della normale società italiana? Siamo davvero convinti che non ci sia il seme di qualcosa che potrebbe diventare una generale volontà di disobbedienza?”.

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3