Esposito esulta: Napoli Capitale Popolo della Famiglia seconda forza del centrodestra partenopeo - Il Sovranista.info

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

venerdì 8 ottobre 2021

Esposito esulta: Napoli Capitale Popolo della Famiglia seconda forza del centrodestra partenopeo



"Ben 8494 mani che hanno barrato il simbolo di Napoli Capitale il 3 e 4 Ottobre, 2785 uomini e donne che hanno scientemente scritto sulla scheda elettorale i nomi dei  nostri candidati al comune. Solo sull’VIII Municipalitá abbiamo portato alle urne 868 cittadini piazzandoci senza sponsor o capi bastone di diritto tra i partiti e movimenti più blasonati, grazie sopratutto all’impegno di candidati di estremo spessore umano. Abbiamo con oltre 620 matite segnato e sostenuto la nostra capolista Bianca Maria D'Angelo per fargli attraversare il portone di Palazzo San Giacomo per provare finalmente, a dare una raddrizzata al piano inclinato degli ultimi 30 anni."

Lo afferma Massimiliano Esposito, segretario regionale del Popolo della Famiglia,raggruppamento cattolico guidato da Mario Adinolfi che precisa: " abbiamo eletto 1 Consigliere al Comune di Napoli e 5 consiglieri nelle Municipalitá, questo è il risultato di una campagna elettorale anomala, fatta ad Agosto, fatta sopratutto con le disfatte delle liste di partiti storici, partiti con fondi economici importanti, nominati nelle partecipate ed eletti nelle istituzioni di forte rilevanza, gente con clientele infinite, incapaci però nella sostanza anche solo di portare a casa il minimo sindacabile. 

Noi invece, nel nostro piccolo e con la nostra tenacia alla fine siamo arrivati al traguardo superando di ben 5 volte gli eletti di Fratelli d'Italia, oltrepassando del 100% la Lega - Campania e piazzandoci di diritto come 2º partito del centrodestra in termini assoluti di consensi e percentuali sulla città di Napoli.  Ecco, questi sono i numeri che non mentono, questi i fatti, non chiacchiere post elettorali dove si sa, nessuno perde e tutti vincono.  

Per onor di cronaca (e dei numeri) bisogna anche ammettere che saremo nettamente minoranza, faticheremo a far passare ogni singola nostra proposte e che il dato complessivo elettorale ha dato piena ragione a Gaetano Manfredi e i partiti che lo hanno sostenuto, un dato eloquente, schiacciante, pertanto da parte nostra nessuna scusa o chiosa, ma sincerità e impegno, perché anche nelle sconfitte c’è la strada per ricostruire. 

La scelta di candidare a Sindaco Catello Maresca poi non è risultata vincente, diciamolo, mi permetto però di dire a difesa del Magistrato che questo non è accaduto per la persona scelta - la quale resta professionalmente credibile e di grande spessore umano - ma per gli errori politici commessi anche in prima persona dallo stesso, forse per la troppa foga di intestarsi a tutti i costi, quel civismo vuoto che lo ha relegato infine ad un ruolo marginale.


Noi, non abbiamo nulla da recriminarci, abbiamo corso e speso tanto, lo abbiamo fatto con lealtà e privi di promesse, con la disponibilità che ci ha sempre contraddistinto, forti dei nostri ideali, tant’è che i numeri come già citato sopra, spiegano chiaramente che laddove il centrodestra e la candidatura civica di Maresca ha fallito, Napoli Capitale non è venuta meno. Non è tutto frutto del caso sia chiaro, ma frutto di un’insieme di fattori, uno su tutti le alleanze, portare “i Valori in Comune” è stato il claim utilizzato e sarà il motore per la prossima legislatura con l’intitolazione del gruppo consiliare Napoli Capitale - Popolo della Famiglia per marcare forte e una volta e per tutte, il raggio di azione progressista e nichilista, che tenterà come solito, di inserire nelle politiche locali tutte quelle ideologie contrarie alla vita e alla famiglia come già visto in altri contesti. 

Altro fattore che ci ha premiato sono stati i candidati, come la nostra capolista Bianca D'Angelo, donna straordinaria che saprà sicuramente farsi valere per il bene di Napoli e dei napoletani, Gigi Mercogliano, a lui non può che andare tutta la mia gratitudine per l’impegno profuso e per la voglia ancora di crederci dopo l’esperienza a candidato a Sindaco del 2016, al Professore Giuseppe Noschese, l’Avvocato Giovanni Buonocunto, la Dott.ssa Ivana Petrone, il Dott. Roberto Lauro e tanti altri, tutti eccelsi professionisti di grande spessore professionale e umano su cui costruiremo senza ombra di dubbio, il domani di questa nostra avventura. 


Il presidente Enzo Rivellini, a lui non può che andare il grazie finale, lui che insieme a Mirko De Carli e Mario Adinolfi hanno creduto in me nella costruzione di questo progetto. Uomo dai forti valori ed ideali, politicamente saggio da cui si può solo imparare, a lui va tutta la mia ammirazione e stima, perché se è vero che i numeri non mentono mai e se oggi gridano verità, è sopratutto per merito suo.

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3