Colombo: la distanza siderale tra il Potere e la piazza. Il governo Draghi risponde con i soliti decreti. L'assordante silenzio dell'opposizione - Il Sovranista.info

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

lunedì 8 novembre 2021

Colombo: la distanza siderale tra il Potere e la piazza. Il governo Draghi risponde con i soliti decreti. L'assordante silenzio dell'opposizione



di Igor Colobo

 Che ci sia una distanza siderale tra i palazzi del potere e le piazze, ovvero con quella parte del popolo italiano che dissente nei confronti delle scelte e decisioni di questo governo, è lapalissiano. Altrettanto evidente è come questo esecutivo stia adottando decreti ed imponendo il proprio pensiero unico dominante attraverso una maggioranza bulgara che, fatta eccezione per alcuni singoli e sparuti gruppi parlamentari, tutti gli altri finiscono con l’essere d’accordo con le decisioni di Draghi e della Lamorgese. Questo includendo partiti come Forza Italia e Lega che insieme ad un partito labile e volubile come Fratelli D’Italia che si forgia indegnamente di essere unica forza di opposizione, anelano a governare come centro-destra in Italia in alternativa a quello stesso centro-sinistra con il quale stanno governando ed avallando tutte le decisioni prese da Draghi e Lamorgese, un cortocircuito infinito dunque. Abbiamo visto come sabato scorso, per il quarto mese consecutivo, quella buona e consistente parte di popolo fatta da lavoratori, insegnanti, studenti, medici, pensionati ecc. sia ancora scesa in piazza a far sentire la propria voce ed il proprio dissenso nei confronti del lasciapassare verde e di tutta una linea politica portata avanti dal governo. Trieste e Milano le città interessate con proteste pacifiche di cittadini che non hanno causato nessun disordine anzi al contrario, proprio a Milano, i manifestanti ad un certo punto si sono visti bloccare dalle Forze di Polizia ed hanno potuto sciogliere il corteo solo dopo esser stati identificati e chi era sprovvisto di documenti è stato portato in Questura. Un video che in queste ore circola in rete mostra una ragazza afferrata per un braccio e portata di peso in un’ auto civetta della Polizia da agenti in borghese. Non si sa bene se la sua colpa sia stata quella di non aver con se i documenti o di aver partecipato alla manifestazione di protesta. Clima dunque sempre più difficile in Italia dove è in atto una vera e propria strategia della tensione con il potere del Palazzo che divide i cittadini in buoni e cattivi e con tutta una stampa che mai nella storia repubblicana, è stata cosi compatta ed unita nel sostenere le posizioni di chi governa. Poco importa poi se in Italia il precariato avanza inesorabilmente , i salari vengono costantemente abbassati con l’Italia il Paese più colpito negli ultimi vent’anni da questo punto di vista ed il peggio ancora deve arrivare. Il problema sembra essere il rispetto del green pass e quei lavoratori che rivendicano legalmente ed in maniera sacrosanta i propri diritti , come il portuale Stefano Puzzer colpito da foglio di via sol perché ha “osato” occupare pacificamente una piazza con delle sedie vuote aspettando le risposte che gli erano state promesse da gente come Draghi e Lamorgese. Questa volta no, lo scudo e la maschera dell’antifascismo non può funzionare, perché tutto un popolo può essere gabellato per una parte del tempo, ma non può essere imbrogliato tutto un popolo per tutto un tempo. La Camera Confederale del lavoro, ossia la Cgil, non doveva essere presa d’assalto, meriterebbe di essere legalmente chiusa per inefficienza e fellonia nei confronti di tutti quei lavoratori e pensionati che in buona fede negli anni hanno sperato nella tutela dei propri diritti. Infine da cittadini ossequiosi della legalità ci sentiamo di suggerire al ministro dell’interno Lamorgese di impegnare le Forze di Polizia nella cattura di super latitanti come Mattia Messina Denaro piuttosto di fare la caccia alle streghe per dimostrarsi forte coi deboli e debole coi forti.

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3