Lega nel Ppe? Salvini: non sarà mai all'ordine del giorno - Il Sovranista.info

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

martedì 2 novembre 2021

Lega nel Ppe? Salvini: non sarà mai all'ordine del giorno


Come accadeva negli anni 90 a Forza Italia, cosi oggi si parla con insistenza di un approdo, in grande stile, visto il cospicuo numero di parlamentari, della Lega nel Partito Popolare Europeo.
Piccolo dettaglio: l'ingresso della Lega nel Ppe non è mai stato e non sarà mai all'ordine del giorno. Lo dice Matteo Salvini a Bruno Vespa nel libro "Perché Mussolini rovinò l'Italia e come Draghi la sta risanando, in libreria dal prossimo 4 novembre.
A Vespa che gli fa rilevare una diversa posizione di Giorgetti, Salvini risponde: "Se qualcuno pensava a una centralista merkeliana dopo la Merkel deve constatare che sta accadendo il contrario. In Germania si sta guardando a un governo in cui i socialisti e i verdi hanno posizioni di sinistra a cominciare dagli immigrati. E i liberali vorrebbero ridurci a pane e acqua.
E poi tutto è in movimento: in Francia dove si va al voto, in Austria, in Ungheria, in Polonia".
Quindi quale sarebbe per voi l'approdo possibile?, chiede Vespa nel libro a Salvini. "Sto ragionando con alcuni elementi conservatori del PPE preoccupati se quel mondo sbanda a sinistra.
Ci siamo noi di Identità e Democrazia : se riuscissimo a unirci ai Conservatori (il partito di cui è segretario Giorgia Meloni) potremmo formare il primo o il secondo gruppo europeo. D'altra parte gli ungheresi sono a spasso, il premier sloveno è incerto, gli austriaci sono avvelenati. Bisogna correre
perché a dicembre cambiano tutte le presidenze delle commissioni".

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3