Omicidio Reggio Emilia, Cavandoli (Lega): "assassino in libertà dopo il patteggiamento". Cosi non si difendono le donne che denunciano - Il Sovranista.info

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

lunedì 22 novembre 2021

Omicidio Reggio Emilia, Cavandoli (Lega): "assassino in libertà dopo il patteggiamento". Cosi non si difendono le donne che denunciano




L’omicidio della povera Juana era purtroppo annunciato. Non è possibile che uno stalker recidivo si ritrovi libero dopo aver patteggiato due anni, con la pena sospesa e senza nessun divieto di avvicinamento alla vittima, perché ha promesso di aderire a un progetto di recupero. Le traumatiche vicende familiari del giovane parmigiano reo confesso dell’omicidio, la sua propensione a violare i divieti e i suoi comportamenti vessatori verso un’altra fidanzata, avrebbero dovuto essere valutati in modo più attento nel patteggiamento e nella successiva vigilanza. Ci sono lacune nella Legge e il Parlamento le deve affrontare e risolvere in tempi rapidi.”

Cosi si è epressa Laura Cavandoli, deputata parmigiana della Lega responsabile dipartimento Giustizia della Lega Emilia.



Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3