Terremoto nella Lega a Firenze, tre espulsioni dal partito - Il Sovranista.info

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

domenica 7 novembre 2021

Terremoto nella Lega a Firenze, tre espulsioni dal partito



La Lega di Firenze 'mette all'uscio' tre dei suoi esponenti:  il vicepresidente del consiglio comunale di Firenze, Emanuele Cocollini, il consigliere comunale Antonio Montelatici, e il consigliere del quartiere 1 - centro te all'uscio' tre dei suoi: il vicepresidente del consiglio comunale di Firenze, Emanuele Cocollini, il consigliere comunale Antonio Montelatici, e il consigliere del quartiere 1 - centro storico, Marco Passeri. Lo l'agenzia Dire. In consiglio comunale perciò i leghisti passano da cinque a tre.
"Con tante persone che si stanno avvicinando alla Lega in questo periodo, a Firenze e in Toscana, per rispetto a elettori, iscritti e cittadini occorre a volte allontanare chi non contribuisce alla crescita della Lega e alla vita della nostra città. In questa ottica, per coerenza e rispetto di chi si impegna, tre provvedimenti di allontanamento sono stati adottati dalla Lega nei confronti di due consiglieri comunali di Firenze e di un consigliere di quartiere. Si tratta di Emanuele Cocollini, consigliere a Palazzo Vecchio, depennato dal libro soci, e del collega Antonio Montelatici, militante del partito espulso insieme a Marco Passeri, consigliere del quartiere 1 - centro storico" fa sapere con una nota il capogruppo della Lega in consiglio comunale a Firenze, Federico Bussolin.

La decisione giunge dopo vari comportamenti tenuti in consiglio comunale e nella vita di partito, che li ha visti spesso agire in difformità alle indicazioni che erano state concordate all'interno del gruppo consiliare, in linea con quelle del partito, sfociate con situazioni che hanno messo in difficoltà i colleghi e i responsabili della Lega, ma anche per una limitata partecipazione alle attività che un partito che fa del rapporto con i cittadini la sua forza richiede a tutti, indipendentemente dai ruoli ricoperti e che si traduce in presenza, proposte e progetti. Adesso la decisione dei vertici del partito su richiesta dei dirigenti fiorentini del Carroccio che ne hanno chiesto l'allontanamento" conclude la nota.

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3