Caserta: le provinciali aprono la "crisi" in Fratelli d'Italia. Ursomando(Fdi): risultato insoddisfacente - Il Sovranista.info

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

mercoledì 22 dicembre 2021

Caserta: le provinciali aprono la "crisi" in Fratelli d'Italia. Ursomando(Fdi): risultato insoddisfacente



Le elezioni provinciali potrebbero aprire  la 'crisi' all'interno del partito di Fratelli d'Italia in Terra di Lavoro. La vittoria schiacciante del presidente uscente Giorgio Magliocca, storico esponente della destra, nel Movimento Sociale Italiano prima, in Alleanza Nazionale poi, infine in Forza Italia, formazione politica dalla quale è andato via, alcuni mesi fa,  sostenuto dai Moderati del consigliere regionale Giovanni Zannini, da Noi Campani di Luigi Bosco e da Italia Viva dell'assessore regionale Nicola Caputo.  e soprattutto il 'misero' bottino di preferenze ottenuto dalle liste e dal candidato presidente del centrodestra, Stefano Giaquinto, hanno suscitato qualche 'mugugno' all'interno del partito della leader Giorgia Meloni, che ha ottenuto 7.044 voti ponderati riuscendo ad eleggere solo un consigliere provinciale (Maria Gabriella Santillo di Santa Maria Capua Vetere).

A rimanere deluso dal risultato è Claudio Ursomando, dirigente di partito e candidato alle ultime elezioni comunali di Caserta nella lista di Fratelli d'Italia. "Le elezioni provinciali rappresentano la cartina tornasole del reale valore che ogni formazione politica ha sul territorio - ha sottolineato Ursomando - Queste elezioni provinciali hanno sancito un dato incontrovertibile: l'irrilevanza politica del centrodestra in provincia di Caserta, ormai relegato ad uno sparring partner e che, per questo, non rappresenta neppure più l'alternatività alla sinistra". Le due liste di centrodestra a sostegno di Giaquinto, infatti, hanno ottenuto meno voti ponderati non solo rispetto a quelle della coalizione dei moderati, ma anche della lista del Partito democratico che sosteneva Antonio Mirra presidente.

"Ormai è chiaro che gli elettori vogliono chiarezza, lealtà e trasparenza e per questo, guardando il risultato di Fratelli d'Italia, partito nel quale milito, bisogna ammettere che il risultato non è stato affatto soddisfacente, anzi - aggiunge Claudio Ursomando - Certo, è stata rieletta Maria Gabriella Santillo, a cui vanno i complimenti e le congratulazioni per il risultato raggiunto, ma facendo un raffronto con le precedenti elezioni provinciali emerge chiaramente un dato negativo. E questo lo dicono i numeri. Nel 2019, quando Fratelli d'Italia aveva in provincia solo una senatrice (Giovanna Petrenga) come rappresentante istituzionale, fu presentata una lista di 15 candidati. Undici di questi (4 candidati uscirono a zero voti) portarono alla lista la bellezza di 9.628 voti ponderati, grazie a 105 amministratori che ci diedero fiducia. Oggi con una senatrice, un deputato, un consigliere regionale, due consiglieri provinciali e nuovi consiglieri comunali eletti, specie con le ultime tornate elettorali, è stata presentata una lista di 15 candidati di cui 7 (otto quindi sono usciti a zero voti) hanno portato 7.044 voti ponderati, grazie a 94 amministratori elettori. Senza polemica ma con la consapevolezza che è necessario un cambio di rotta se si vogliono affrontare seriamente le prossime sfide elettorali".

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 2