Milano, Sardone (Lega): minacciata di morte, via social, per il no alla moschea - Il Sovranista.info

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 2

lunedì 27 dicembre 2021

Milano, Sardone (Lega): minacciata di morte, via social, per il no alla moschea



"Ti do fuoco viva, puttana del cazzo". "Poi ve lamentate se vi sgozzano". E tanti altri messaggi di questo tipo. Li ha ricevuti Silvia Sardone, parlamentare europeo nonché consigliere comunale della Lega a Milano sui social network minaccia di morte, dai soliti leoni da tastiera, probabilmente per le posizioni personali in riferimento ai luoghi di preghiera ritenuti "abusivi" utilizzati dai musulmani a Milano e per l'ipotesi di trasferire temporaneamente in via Novara il tendone moschea sito all'ex Pala Sharp.

"Inviti a sgozzarmi, stuprarmi, uccidermi in casa oltre a lodi al terrorismo e alla guerra santa. Il motivo è la nostra richiesta di controllare e chiudere le numerose moschee abusive e di dire no alla moschea in un'area a Milano in cui si facevano tamponi e vaccini", scrive Sardone su Twitter pubblicando alcuni screen-shot dei messaggi offensivi e di minaccia che le sono arrivati.



Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 3