Ventimiglia, saluto romano in Consiglio comunale: l' esponente di Fratelli d'Italia invoca il "Var" - Il Sovranista.info

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

giovedì 23 dicembre 2021

Ventimiglia, saluto romano in Consiglio comunale: l' esponente di Fratelli d'Italia invoca il "Var"



Il braccio alzato e teso, se e' il destro, non puo' essere che un saluto romano. E se il gesto avviene in un luogo istituzionale dove si celebra la democrazia, come l'aula di un Consiglio comunale, non puo' che suscitare polemiche. Ma se il protagonista, pur di Fratelli d'Italia, si giustifica dicendo che stava solo chiedendo la parola, allora il dubbio si insinua e per decidere se quel braccio teso e' da punire deve intervenire il Var. Si', perche' il presidente del Consiglio comunale annuncia che riguardera' il filmato con l'immagine contestata prima di decidere se punire il Consigliere comunale. 
Accade a Ventimiglia, amministrazione guidata dal centrodestra e a innescare il caso e' un consigliere di maggioranza, Giuseppe Palmero, eletto con la lista Scullino sindaco. Palmero sta difendendo il sindaco sull'attivita' svolta per combattere il covid, quando pronuncia una parola scurrile e viene interrotto dal presidente del Consiglio Andrea Spinosi. Lui chiede scusa e dice: "Pero' non posso essere continuamente interrotto quando in aula ci si saluta con saluti romani", riferendosi a gesti compiuti dal consigliere Ino Isnardi che alle sue spalle ha il braccio alzato e teso. Isnardi si difende: "Nessun saluto romano. Visto che il presidente del Consiglio comunale non mi dava la parola, ho alzato la mano per chiederla", invocando addirittura il Var.

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 2