Lega, tensione in Veneto. Partono le espulsioni nei confronti dei dissidenti di Salvini - Il Sovranista.info

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

mercoledì 9 febbraio 2022

Lega, tensione in Veneto. Partono le espulsioni nei confronti dei dissidenti di Salvini



Tensione tra i dirigenti leghisti del Nord Est e i vertici nazionali del Carroccio. Ne scrive il quotidiano torinese  La Stampa dando notizia di una serie di provvedimenti disciplinari che hanno colpito esponenti considerati lontani dalla linea politica tracciata dal segretario Salvini.
“Quasi tutti i procedimenti, scrive La Stampa, risalgono a qualche mese fa, ma le lettere hanno rialzato la tensione nelle sezioni del Nord Est.
"La busta mi è arrivata alla fine della scorsa settimana, ammette con la voce amareggiata Giovanni Bernardelli, ex presidente del consiglio comunale di Conegliano, in provincia di Treviso. Farò ricorso e ne sto già parlando con il mio legale: in base al regolamento ho dieci giorni di tempo".
Il leghista, insieme con il sindaco di Noventa Padovana Marcello Bano e con l’ex presidente del consiglio provinciale di Treviso Fulvio Pettenà rischia l’espulsione. I provvedimenti sarebbero scattati per dichiarazioni poco ortodosse sulla linea del partito e sui candidati alle amministrative.
Secondo fonti leghiste vicine a via Bellerio, i sanzionati sono pochi e non sono certo di primo piano, ma nel
Nord Est c'è un fermento. Sono la punta dell'iceberg di un'onda che prima o poi arriverà a Milano.
Anche con Flavio Tosi( ex sindaco leghista di Verona) si diceva che erano quattro gatti e guardate cosa è successo. 


.

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 2