Massarosa, consigliere comunale di Fratelli d'Italia si rifiuta di leggere i nomi dei deportati e fa "passo" - Il Sovranista.info

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

giovedì 3 febbraio 2022

Massarosa, consigliere comunale di Fratelli d'Italia si rifiuta di leggere i nomi dei deportati e fa "passo"


"Io passo". Così avrebbe detto Michela Dell'Innocenti consigliere di Massarosa, comune di 21 mila abitanti della provincia di Lucca, quando è arrivato il suo turno nel ricordare i nomi dei deportati ebrei ad Auschwitz. L'esponente di Fratelli d'Italia pare non se la sia sentita di partecipare attivamente alla commemorazione ed abbia ceduto la parola. Uno dopo l'altro i consiglieri comunali si erano alzati per leggere i nomi delle vittime della deportazione, la loro data di nascita, il luogo e la data di morte durante le celebrazioni del Giorno della Memoria.

"Durante il consiglio comunale, spiegano i gruppi di maggioranza del consiglio, è stato proiettato un video preparato dalla sezione Anpi di Massarosa che trattava in generale delle leggi razziali fasciste e ripercorreva più in particolare la triste vicenda del campo di concentramento provinciale di Bagni di Lucca. In questo campo giunsero 102 ebrei stranieri e italiani rastrellati nelle nostre zone, uno anche nel territorio del comune di Massarosa, precisamente a Compignano, Angelo Samaia di Pisa. Vennero tutti mandati ad Auschwitz e solo in 6 fecero ritorno
Al termine del video, aggiungono i gruppi di maggioranza, come già concordato in conferenza dei capigruppo, ogni consigliere ed assessore a turno si è alzato e ha letto a voce sostenuta il nome di un deportato seguito da data e luogo di nascita e data e luogo di morte. Quando è arrivato il turno della consigliera Dell'Innocenti la stessa alzando lo sguardo dal cellulare ha fatto sapere "io passo".

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 2