Ucraina, Rampelli (Fdi): torna l'Armata Rossa, siamo tutti ucraini - Il Sovranista.info

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

venerdì 25 febbraio 2022

Ucraina, Rampelli (Fdi): torna l'Armata Rossa, siamo tutti ucraini




"A 65 anni dall’invasione di Budapest e a 55 da quella di Praga la nuova Unione Sovietica ci riprova e rimette in campo i carri dell’Armata Rossa, entrati da ogni lato in Ucraina.
Putin si dimostra un tiranno che vuole ridurre le nazioni libere e indipendenti a paesi satellite, con tanto di governi fantoccio. Altro che statista visionario".

Lo scrive sulla propria pagina Facebook Fabio Rampelli, vice presidente della Camera dei Deputati, esponente di primo piano di Fratelli d'Italia.

"Nella Russia - continua Rampelli - che comanda si avvelenano i giornalisti critici, si auto conferiscono pieni e perenni poteri, si reprime con violenza il dissenso, si sogna un nuovo impero. Ieri ci sono stati 1700 arresti di persone innocenti che manifestavano per la pace, senza bandiere.
Il mondo libero è in bilico perché se intervenisse sarebbe la Terza guerra mondiale.
Abbiamo provato a recuperare la Russia nel perimetro e nelle buone abitudini dell’Occidente, ma la missione è fallita. Putin non si è mai emancipato dal Kgb da cui proviene e tutti devono farsene una ragione.
L’Ucraina si sta difendendo disperatamente ed eroicamente, i missili colpiscono le case, la gente muore per mano di un folle, il sangue dei patrioti che affrontano un gigante militare a mani nude scorre nelle strade.
Mentre qui fioccano per fortuna stuoli di pentiti che confusero la necessità di occidentalizzare la Russia con la venerazione per Putin il sanguinario, qualche buontempone con il sedere al caldo si permette di perseverare nelle simpatie per il neo zar comunista.
No miei cari, conclude Rampelli, la libertà è un bene non negoziabile, una conquista dolorosa di popoli e generazioni, uomini e donne, giovani e anziani, che va preservata da patetica faciloneria, stolta arroganza e da qualunque rigurgito di ideologia. Siamo tutti ucraini".

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 2