Storace: quel sindaco polacco degno compare della Lucarelli - Il Sovranista.info

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

giovedì 10 marzo 2022

Storace: quel sindaco polacco degno compare della Lucarelli


Certo che ci sono rimasto male per la sceneggiata di quel sindaco polacco contro Matteo Salvini. Perché il leader della Lega non stava nel divano di casa sua a pontificare sui social.

No, era andato in Polonia, a due passi dal confine con l’Ucraina, per aiutare chi sta dando una mano a salvare bambini, anziani, disabili, donne a trovare rifugio in altri paesi europei, a partire dall’Italia.

Sì, probabilmente quella missione poteva essere organizzata con più accortezza, ma il dato importante è quello legato a una tensione umanitaria che è giusto rappresentare ai massimi livelli.
E invece la polemica è stata becera. Perché un sindaco polacco – imbeccato da qualcuno – doveva dimostrare la sua indignazione fasulla. Anziché ringraziare chi dall’Italia era arrivato nella sua città come concreta solidarietà contro la guerra folle voluta da Putin

Ma quel che è più grave è lo snobismo intellettuale di certa sinistra. Quello che è stata capace di scrivere Selvaggia Lucarelli va oltre ogni limite. Ha accusato Salvini di aver indossato un giaccone sponsorizzato. Non sapeva, la poverina, a chi apparteneva: ad una onlus, la Cancro Primo Aiuto, che la Lucarelli non conosce nelle opere meritorie che compie, come scrive il collega Francesco Storace sulle pagine virtuali di 7 Colli, in un interessante articolo che potete leggere integralmente cliccando qui 

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 2