Amministrative 2022, Mercogliano: avvisai la Meloni della deriva salerno-centrica di Fratelli d'Italia. I risultati mi danno ragione - Il Sovranista.info

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

martedì 14 giugno 2022

Amministrative 2022, Mercogliano: avvisai la Meloni della deriva salerno-centrica di Fratelli d'Italia. I risultati mi danno ragione




L'analisi sul voto amministrativo in provincia di Napoli dove Fratelli d'Italia, riesce nell'ardua impresa di non eleggere nessun consigliere comunale sotto il proprio simbolo, nonostante sia il primo o secondo partito politico secondo i sondaggi dei vari istituti demoscopici, non poteva non generare precisazioni, polemiche e dibattito. Il primo ad intervenire è Luigi Mercogliano, storico esponente della destra partenopea, nel Fronte della Gioventù prima, nel Movimento Sociale Italiano poi, in Alleanza Nazionale, già candidato sindaco alle comunali del 2017 con il Popolo della Famiglia, per un periodo anche dirigente di Fratelli d'Italia, con un post pubblicato sulla sua pagina Facebook. Post che pubblico volentieri ed integralmente.
 


Quanto scrive Giuseppe Parente su Il Sovranista mi fa tornare con la mente a qualche anno fa quando, reduce da una faida tremenda nel micromovimento che fu e che oggi ancor di più è il Popolo della Famiglia, decisi di aderire a Fratelli d'Italia. Ci rimasi poco, per mia fortuna. Il tempo di accorgermi che il salernitano tanto caro alla Meloni aveva costruito il partito a Napoli e nella provincia partenopea in modo tale da evitare che la città capoluogo tornasse ad essere guida della regione più a sinistra d'Italia. Quando ne parlai con Giorgia Meloni, con la quale avevo un rapporto continuo essendo da lei stato inserito nella Direzione nazionale nella quota a lei riservata come leader del Partito, iniziò ad infastidirsi e, poco dopo, si crearono guardacaso le condizioni per il mio sistematico isolamento nel partito. Visti i risultati di Fratelli d'Italia alle ultime elezioni amministrative di domenica scorsa posso dire che Giorgia aveva torto e io ragione. Magra consolazione. Mi dispiace però per tutti quei giovani che il partito, per colpa delle scelte fatte a Salerno e avallate da Roma, mortifica costantemente tarpando loro le ali ed impedendo che la Destra risorga nella città della eterna sinistra.

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 2