Fratelli d'Italia: dopo il flop elettorale a Napoli e provincia in tanti chiedono le dimissioni di Schiano - Il Sovranista.info

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

lunedì 20 giugno 2022

Fratelli d'Italia: dopo il flop elettorale a Napoli e provincia in tanti chiedono le dimissioni di Schiano



Solo 3 liste di partito presentate, nei 13 comuni chiamati al voto in provincia di Napoli. Segno evidente di uno scarso radicamento sul territorio.  Nessun eletto. Un autentico flop che dovrebbe far riflettere i massimi dirigenti del movimento politico guidato da Giorgia Meloni. Poco importa aver eletto 10 consiglieri comunali candidati nelle liste civiche, dove c'è tutto ed il suo contrario.  Un risultato davvero al di sotto delle più nefaste aspettative.  Eppure le premesse per Fratelli d'Italia, anche a Napoli e provincia,  per far bene c'erano tutte. Il crollo verticale del Movimento Cinque Stelle,  con migliaia di voti in libera uscita,  l'assenza di competitor nel centro destra, con i simboli di Forza italia e Lega non presentati in nessun comune della Campania, lasciavano prevedere un altro ed altro risultato.

Di fronte al commento da bicchiere mezzo pieno del segretario provinciale Michele Schiano, sui social network si è scatenato un dibattito sull'esito del voto amministrativo e  non sono mancate critiche da parte di dirigenti e militanti di Fratelli d'Italia sulla gestione del partito a Napoli.  Basta leggere la bacheca del. segretario regionale Iannone . In tanti chiedono le dimissioni del segretario provinciale. Riprendo 3 post, di 2 dirigenti e una militante che descrivono l'atmosfera che si respira in Fratelli d'Italia e l'abisso in termini di percentuali tra i sondaggi che attestano Fratelli d'Italia oltre il 20% e quanto realmente conquistato sui territori.

Lucrezia De Stasio, militante di Fratelli d'Italia dichiara: " pessima figura di Fdi a Pozzuolim as Acerra e a Portici, dove non si è eletto un consigliere. Mi auguro onorevole che si prendano in considerazioni le dimissioni di Michele Schiano, che non si è dimostrato un valore aggiunto ma anzi ha peggiorato le condizioni del partito. Cordialità.

Antonio Lippolis, in un post pubblicato su Facebook intitolato il valore aggiunto che non c'è stato si rammarica per il consigliere comunale mancato per pochi voti imputando al valore aggiunto (Schiano) uno scarso impegno dichiarando:" avvremmo raggiunto il seggio se il valore aggiunto avesse proposto qualche candidati da metterein lista, avremmo preso il seggio se al posto delle  passarelle elettorali dei dirigenti locali, questi si sarebbero impegnati a trovare qualche candidato.

L'avvocato Ernesto Sica, consigliere comunale di Castellammare di Stabia, comune sciolto per condizionamenti mafioso nel mese di febbraio,  in post su Facebook chiede lungimiranza ed assenza di litigiosità  per arrivare forti e pronti ad ogni competizione elettorale, chiedendo candidati politici e identitari, non civici, perché la politica deve essere protagonista. Il civismo deve essere qualcosa di accessorio e residuale.


Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 2