Fidanza(Fdi), nuove perquisizioni della Finanza: ex deputato Giuseppe Romele sarà sentito come teste - Il Sovranista.info

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

martedì 19 luglio 2022

Fidanza(Fdi), nuove perquisizioni della Finanza: ex deputato Giuseppe Romele sarà sentito come teste




La Guardia di finanza di Brescia ha perquisito l’abitazione di Giuseppe Romele, deputato per quattro legislature fino al 2018 (sempre eletto con Forza Italia e poi passato in corsa con Fratelli d’Italia). Romele, almeno per ora, non è sotto inchiesta, ma la Procura di Milano, nell’ambito dell’indagine che vede indagato l’europarlamentare Carlo Fidanza (FdI) per corruzione (foto), ritiene che l’ex deputato, noto per la sua vicinanza al ministro Mariastella Gelmini, potrebbe contribuire a fare chiarezza sulla vicenda delle dimissioni del consigliere comunale bresciano Giovanni Acri, dimissioni che sarebbero avvenute, secondo l’ipotesi accusatoria sostenuta dai pubblici ministeri Giovanni Polizzi e Cristina Roveda, per far entrare nella massima assise cittadina Giangiacomo Calovini, appartenente alla corrente di Fidanza
Quest’ultimo, da ciò l’ipotesi, tutta da vagliare, di corruzione, avrebbe poi provveduto ad assumere il figlio di Calovini nella sua segretaria politica all’europarlamento.

Sarebbe stato proprio Romele (vice coordinatore lombardo di Fratelli d'Italia ), secondo quanto si legge nell’esposto anonimo dell’ottobre 2021 che sollevò il caso dell’avvicendamento in consiglio comunale, il regista dell’operazione politica, colui che avrebbe incontrato Acri, all’inizio alquanto scettico, per poi convincerlo a dimettersi. Tesi da dimostrare, naturalmente. Per i magistrati l’ex deputato bresciano è “persona informata sui fatti” e come tale verrà convocato per un interrogatorio. Gli inquirenti non hanno reso noto se nell’abitazione di Romele sono stati rinvenuti documenti utili all’inchiesta.

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 2