Trento, Binelli(Lega): città ostaggio del degrado ma il sindaco non vuole telecamere - Il Sovranista.info

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

martedì 19 luglio 2022

Trento, Binelli(Lega): città ostaggio del degrado ma il sindaco non vuole telecamere





"Spacciatori, risse, vandali, incendiari e ora anche gli anarchici. Questa è la Trento del sindaco Ianeselli. Dopo le risse in pieno centro ei danneggiamenti ai camion della Rai o l'incendio di un'auto vicino al palazzo della Regione ora tocca agli anarchici imbrattare i muri del centro storico della città con scritte del tipo Fuoco alla Lega e Fuoco ai tribunali dopo la condanna a 28 anni di carcere del compagno Juan Antonio Sorroche 'colpevole di attentato a fini terroristici ed eversivi e di fabbricazione e porto di ordigni esplosivi".
Lo afferma Diego Binelli, deputato nonché commissario della Lega Trentino precisando: "nel 2020 a Trento sono stati eseguiti 75 interventi per cancellare le scritte dei vandali per un costo quantificato intorno ai 50mila euro pagati, ovviamente, con i soldi dei contributi. Più volte la Lega ha spiegato al sindaco la necessità di installare un sistema di telecamere in città come nei parchi. Il tema del vandalismo ormai ogni quartiere di Trento e se la Lega lo denuncia da anni, il Comune non ha mai risposto con i fatti".

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 2