Mercogliano(Pro Life): appello di Veneziani irricevibile. Non mi turo il naso e non voto Fratelli d'Italia - Il Sovranista.info

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

lunedì 8 agosto 2022

Mercogliano(Pro Life): appello di Veneziani irricevibile. Non mi turo il naso e non voto Fratelli d'Italia



 "Contesto punto per punto quanto scrive Marcello Veneziani nel suo appello al voto e al sostegno a questo centrodestra a guida Meloni." Lo afferma in un post pubblicato sulla sua paginaFacebook Luigi Mercogliano, storico esponente della destra partenopea, candidato a sindaco di Napoli con il Popolo della Famiglia, candidato poi anche alle politiche del 2018 con Fratelli d'Italia, esponente del mondo pro life campano precisando:"basterebbe citare solo un passaggio del suo discorso - quando parla proprio della storia del Movimento Sociale Italiano che è rimasto sempre all'opposizione - per avere ragione del convinto NO alla Meloni e al suo caravan serraglio. Sul quale, tanto per essere chiari, sale ogni giorno e continuerà a salire fino a fine agosto, quando saranno presentate le liste per Camera e Senato, di tutto e di più. Dai socialisti ai liberisti più convinti, passando per chi ha mortificato e preso letteralmemente a calci nel culo proprio la storia che Veneziani si vanta di incarnare dal suo pulpito di intellettuale di un certo calibro, il sistema di cui parla sta penetrando nel profondo il partito ormai liquefatto e depauperato da identità e valori che Meloni ha dato in pasto al sistema stesso per tradurlo così in compromesso e patto scellerato. Pur di andare al governo del paese non si sta rinunciando poi, come dice Veneziani, alla sola storia e alla sola identità di una Comunità militante. Che già di per se renderebbero giusto un categorico NO a Fratelli d'Italia. In nome della possibilità che Giorgia sieda a Palazzo Chigi e la destra - già sdoganatoa da Fini a Fiuggi - si metabolizzi col sistema europeo e atlantista, rendendo finanche quel partito che venne fuori da Fiuggi, con le sue tesi già pesantemente annacquate, un partito identitario e ancorato alla tradizione e per questo oggi votabile come non può esserlo Fratellid'Italia, si sta andando contro ogni logica a cominciare dall'obbedienza già dichiarata a Washington e Bruxelles sulla folle politica sanzionatoria contro la Russia e sugli aiuti e le armi a Kiev. E ci si prepara a proseguire la liquidazione genetica della popolazione imposta per decreti da Big pharma.

E no, caro Veneziani, queste non sono le parole di uno che ha rappresentato per anni un punto di riferimento culturale per un ambiente che, pian piano, si sgretolava e perdeva la propria cultura la propria storia e la propria identità nelle sabbie mobili del dopo Fiuggi e dello sciagurato periodo che venne dopo il predellino. La sola possibilità di sentirsi gratificati e soddisfatti nel vedere Letta e compagni assieme a Grillo e grillini cacciati dal potere non può giustificare la metastasi culturale e identitaria che avanza senza sosta in ciò che resta della destra italiana. Questo è invece il tentativo, abbastanza chiaro a chi sa leggere tra le righe e per questo anche piuttosto maldestro, di spingere alla vittoria questa destra annacquata e approvata dalle cancellerie europee - storicamente guardiane del potere economico che abbiamo sempre combattuto e contrastato in tutti i modi possibili e immaginabili - per poi sperare in un ruolo di governo per te stesso, magari ai Beni culturali perché no, nel prossimo consiglio dei ministri.

Non mi hai convinto, conclude Mercogliano, e per questo ribadisco forte e chiaro il mio NO alla Meloni e a Fratelli d'Italia. Che sia opposizione dura forte e decisa, dentro e fuori dal Palazzo, anche per sempre. Ma il mio voto e il mio sostegno no lo avrete. La mia firma sulla abiura di ciò in cui mi sono formato e dei valori nel rispetto dei quali sono cresciuto ve la sognate.

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 2