750 mila nuovi poveri, 500 mila al sud e il governo Meloni parla di "etica del lavoro" - Il Sovranista.info

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

martedì 29 novembre 2022

750 mila nuovi poveri, 500 mila al sud e il governo Meloni parla di "etica del lavoro"

 


Mentre il governo Meloni dichiara "guerra" a 660 mila lavoratori occupabili (senza adeguata formazione professionale per colpa dei precedenti governi) ai quali taglierà il reddito di cittadinanza dal prossimo mese di agosto, il quarantanovesimo  rapporto Svimez presentato ieri alla Camera dei Deputati ha stimato la crisi indotta dal caro energia e dalla inflaziome più alta dal 1984 (quasi il 12%l produrrà nuovi poveri, 500 mila al Sud e altri 260 mila nel resto del paese.  Queste persone, difficilmente troveranno un lavoro nel 2023 anche perché siamo in recessione, accompagnata da una alta inflazione. Nonostante ciò il presidente del consiglio Giorgia Meloni insiste nel sostenere che il taglio del reddito di cittadinanza sia una misura di buon senso attraverso la quale costruire una cultura e un etica del lavoro. Basterebbe leggere il rapporto Svimez per comprendere quanto sia infondato il buon senso che spinge a credere in un etica del lavoro quando il lavoro manca. E quando c'e', spesso e volentieri non e' a tempo imdeterminato. Infatti un dipendente su quattro e' precario. 

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 2