Zaia: "basta battaglie contro omosessualità e migranti. La Lega è antifascista e antirazzista" - Il Sovranista.info

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

domenica 20 novembre 2022

Zaia: "basta battaglie contro omosessualità e migranti. La Lega è antifascista e antirazzista"




Immigrazione, omosessualità, suicidio assistito e rapporto con la Lega. Sono questi alcuni dei temi trattata da Luca Zaia,  governatore del Veneto, che in una lunga intervista sul Corriere della Sera ha reso note le sue posizioni  che sembrano, in qualche modo, distanti dalle posizioni del suo partito, su determinati argomenti.
Luca Zaia, racconta nell'intervista, ha iniziato ad odiare il razzismo dopo l'incontro con Francesco, un senegalese ospitato in casa dai suoi zii che avevano un azienda agricola in Veneto, precisando come la Lega sia antirazzista e antifascista. 
Il tema che pone sui migranti, precisa Zaia, è un tema di coerenza, di rispetto della dignità umana e di legalità. Il Veneto è terra dove l'accoglienza è un faro, dove il modello di integrazione è sotto gli occhi di tutti, ma è anche una comunità che chiede il rigoroso rispetto delle regole. 
Per il governatore esistono delle battaglie politiche di retroguardia che fanno perde perdere energia, come quella contro l'omosessualità precisando: non si può parlarne come se fosse un problema. La politica deve garantire le libertà e i diritti non limitari o reprimerli. Anche 
Anche i temi dell’etica, del fine vita, dei diritti della persona vanno affrontati, non lasciati alla sinistra- Mentre sul fine vita la sua posizione è chiara: "lo Stato deve «tutelare la libera scelta garantendo comunque ogni forma di sostegno sanitario, psicologico ed economico alle persone malate. Non dobbiamo giudicare, ma saper rispettare".

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 2