Guerra in Ucraina, Meloni: unica chance per i negoziati passa per il sostegno a Kiev - Il Sovranista.info

Non perdere

Post Top Ad

Spazio Pubblicitario 1

Post Top Ad

mercoledì 14 dicembre 2022

Guerra in Ucraina, Meloni: unica chance per i negoziati passa per il sostegno a Kiev




Il Senato approva con 107 sì, 29 no e 43 astenuti la risoluzione di maggioranza presentata in seguito alle comunicazioni rese dalla premier Giorgia Meloni in vista del Consiglio Europeo del 15-16 dicembre.
La mozione presentata dal Pd sulle comunicazioni della premier Meloni in vista del Consiglio Ue passa al Senato con 49 si, 29 no e 102 astenuti.
La votazione precedente era stata annullata perché il gruppo di Azione-Italia Viva si era sbagliato a votare, come sottolineato in Aula dalla capogruppo Raffaella Paita.
"Se davvero si fosse dovuto temere che con un nuovo governo" ci sarebbe stata "una posizione diversa sul conflitto in Ucraina, quel timore avrebbe potuto esistere se avessero vinto altri. I partiti di centrodestra" nei fatti "hanno sempre votato in maniera chiara, a differenza del centrosinistra. Le uniche distonie erano nel campo anche da lei rappresentato": così la premier relica al Senato rivolgendosi a Pier Ferdinando Casini. Un campo, ha sottolineato che aveva tra gli "alleati, un partito che scriveva che non bisognava mandare armi all'Ucraina, la sinistra alleata con il Pd".
"Sono d'accordo sul tema della triangolazione con Francia Germania, che è mancata in questi anni", il tavolo ha "barcollato perché le gambe erano due. Ora la situazione è cambiata e consente a noi di giocare un ruolo diverso".
Meloni nelle repliche al Senato si è detta contraria ad una "Ue di serie A e B", "non sono d'accordo - ha detto - con questa idea di club". "Che messaggio diamo alla Russia quando diciamo che la Polonia non è nostra amica".
"In tema di energia, non ho preso la parola prima dell'inizio del dibattito perché non ci sono novità sostanziali dal Consiglio Affari energia di ieri a Bruxelles. La trattativa è ancora in corso, sembra rinviato al Consiglio energia del 19 dicembre. Noi porteremo la questione sul tavolo del Consiglio europeo di domani", ha detto Meloni.
"L'unica possibilità a oggi per un tavolo di negoziazione è che ci sia equilibrio fra le forze in campo nel conflitto. Questo passa per il sostegno all'Ucraina. Se non avessimo sostenuto l'Ucraina, come diceva qualcuno, perché era troppo debole, non avremmo avuto una pace ma un'invasione. Difendo il diritto di una nazione sovrana a difendere la sua sovranità".

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700

Spazio Pubblicitario 2